Zaino

Ordine, è quello che non c’è nella mia casa. Libri, vestiti e zaini vuoti sparsi sul pavimento. Tutto quello che devo fare è ordine. Organizzare e decidere quello che devo, voglio e posso portare con me. Il tempo, ecco, questo si. Un maglione pesante, forse meglio due. Sarà un viaggio lungo, il primo così. Sarà un viaggio importante. Importante però per chi? Chiaramente per me che ho deciso di intraprenderlo; ma per gli altri? Chissà cosa penseranno le persone che lascerò, gli amici e la famiglia. Che sono uno stupido? Che gli mancherò? Che cosa spero di trovare? Sono solo mie paure, non c’è posto nel mio zaino. Devo fare ordine e non posso portarle. Raccolgo le ultime cose, gli ultimi pensieri. Ci sono quasi. L’aereo parte domani. Vedo già il mare e le montagne che si fondono come in un sogno nel desiderio di essere già arrivato. Arrivato senza fermarmi mai, perché la meta questa volta è il cammino. La meta è conoscermi e conoscere fin dove posso spingermi, dentro e fuori me stesso. Guardo il pavimento e vedo i miei libri e i miei vestiti galleggiare come relitti nel mare dei ricordi che avrò. Sono impaziente di partire.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: